• Contatti: 3346988011 - 0564414339

Vendere casa senza agenzia: i pro e i contro

Vendere casa senza agenzia: i pro e i contro

Vendere casa senza agenzia: è possibile? La risposta è , anche se ciò comporta alcuni aspetti negativi, a fronte di un risparmio economico.

Se avete intenzione di vendere il vostro appartamento, ma non volete sostenere le spese relative alla provvigione, ecco cosa dovete sapere.

1 – Stabilire il prezzo di vendita

vendere casa da privato senza aiuto agenziaStabilire il valore di un immobile non è facile, soprattutto se avete vissuto per tanto tempo nella casa e, dunque, ai comuni aspetti da tenere in considerazione (metratura, vani, quartiere e condizioni strutturali), si sommano quelli, per così dire, emotivi.

Potreste inoltre incappare in un ulteriore e molto diffuso errore, pensare cioè a quanto avete speso per l’acquisto del vostro immobile ed essere tentati di allinearvi e riproporre quel prezzo, senza tener conto però dei cambiamenti macroscopici che hanno investito e investono ciclicamente il mercato, soprattutto quello immobiliare.

Ciò significa che potreste ritrovarvi a proporre un prezzo ben più alto, rispetto a quello di mercato, allungando così i tempi necessari per concludere l’affare.

Al contrario, affidandovi ad un’agenzia immobiliare come la nostra, sarà il professionista stesso ad effettuare le dovute valutazioni e ad attribuire il giusto prezzo al vostro immobile.

2 – Pubblicizzare l’immobile

vendere casa senza agenzia pro e controPer vendere casa in tempi brevi, dovrete sfruttare quanti più canali per la promozione dell’annuncio: oggi i metodi ‘tradizionali’, come i volantini e i cartelloni classici con la scritta ‘Vendesi’, non bastano più, perché una larga parte degli affari si svolge su Internet; per cui, se non avete dimestichezza con i nuovi mezzi informatici, ciò potrebbe comportare un problema.

Oltre a promuovere il vostro annuncio, dovrete anche gestire le visite e gli appuntamenti: un aspetto non facile, se la vostra vita è carica di impegni!

Se avete deciso di vendere casa da privato, pertanto, dovrete ‘ritagliarvi’ del tempo libero per ricevere gli utenti interessati e far vedere l’immobile.

In altre parole: dovrete trasformarvi in bravi venditori!

Rivolgersi ad un’agenzia, invece, vi libera da tali incombenze: sarà cura degli agenti far visionare l’appartamento ai potenziali acquirenti e, di certo, con l’esperienza acquisita negli anni, sapranno apparire ben più convincenti.

3 – Produrre la documentazione

Se la burocrazia vi dà sui nervi e l’idea di trascorrere un pomeriggio in coda al catasto non vi alletta per niente, sappiate che, per vendere casa da privato, vi toccherà armarvi di pazienza e tanta, tanta buona volontà.

Al momento di concludere la trattativa, infatti, dovrete avere a disposizione tutti i documenti necessari per la vendita di un immobile, ovvero:

  • contratto di compravendita, per dimostrare di essere realmente in possesso della casa;
  • Attestato di prestazione energetica;
  • Relazione di conformità urbanistico catastale.

Nei casi più complessi, come per gli immobili soggetti a condono edilizio o sottoposti ad ipoteca in passato, ciò potrebbe comportare alcune difficoltà, per cui potreste essere ‘costretti’ a rivolgervi ad un professionista (leggi anche quali sono i documenti necessari per chi decide di acquistare casa).

Tuttavia, chi sceglie di affidarsi ai servizi immobiliari di un’agenzia non deve preoccuparsi di tali aspetti: la provvigione copre, infatti, anche tali servizi.

Quando rivolgersi ad un’agenzia immobiliare?

vendita casa senza aiuto di un'agenziaAlla luce di quanto abbiamo visto, per le operazioni immobiliari più semplici è possibile procedere con la vendita da privato, a patto di compensare il risparmio economico con un maggiore impegno a livello personale e avendo consapevolezza che il prezzo di un immobile è dato dal mercato, non dalla vostra volontà, e che dovrete necessariamente scontrarvi con la burocrazia e gli aspetti tecnici che determinano il buon esito di una compravendita.

In certi casi, però, il supporto di un’agenzia risulta indispensabile:

  • se volete vendere casa in tempi brevi;
  • se volete maggiori garanzie nella trattativa;
  • se i vostri impegni non vi permettono di seguire la vendita;
  • in caso di operazioni immobiliari ‘complesse’ (immobili di grande valore, vendita ad aziende, difficoltà a reperire la documentazione).

Ricordate, infine, che la provvigione va versata soltanto a conclusione della vendita, per cui non dovrete anticipare nulla per i servizi di cui usufruirete.

img

@casaimmo

    Post correlati

    La condizione sospensiva nella proposta di acquisto di un immobile, forma di tutela in un atto negoziale

    Condizione sospensiva e condizione risolutiva: dove trovano fondamento Spesso il venditore non...

    Continua a leggere
    di @casaimmo

    Presa in carico dell’immobile: come avviene, quali sono i suoi passaggi

    L’iter che porta alla compravendita di un immobile non è composto solo dalla fase di trattativa...

    Continua a leggere
    di @casaimmo

    Bonus Fiscali Casa 2019: proroga ristrutturazioni, mobili ed ecobonus

    Un argomento che ha tenuto un po' tutti con il fiato sospeso, nel corso delle ultime settimane, è...

    Continua a leggere
    di @casaimmo