• Contatti: 3346988011 - 0564414339

Cosa controllare quando si sceglie di comprare casa

Cosa controllare quando si sceglie di comprare casa

Prima di comprare casa, è necessario effettuare alcune valutazioni: l’acquisto di un appartamento richiede, infatti, un investimento elevato, per cui è importante essere sicuri della scelta ed evitare di incappare nelle possibili ‘incomprensioni’.

Quali sono gli aspetti da controllare?

Ecco qualche consiglio per comprare casa in totale sicurezza!

Controllo dello stato dell’appartamento

Innanzitutto, occorre esaminare le condizioni dell’appartamento o, se si tratta di un immobile indipendente, dell’intero edificio. Ciò significa che dovrete osservare accuratamente le strutture (ovvero soffitti, pavimenti, muratura, scale, infissi, ecc.), per capire se lo stabile necessita di costosi interventi di ristrutturazione.

Altrettanto importante è analizzare le caratteristiche della casa, per valutare se risponda o meno alle vostre esigenze abitative: tenete, dunque, a mente la quantità di ambienti e le rispettive dimensioni, il numero di bagni, la presenza di finestre, balconi ed aperture, l’illuminazione e l’areazione delle varie camere, presenza di ascensore e garage.

Zona in cui si trova l’appartamento

Un altro aspetto di grande importanza è la zona in cui si trova l’appartamento, soprattutto se intendete trasferirvi. Cercate di capire se vi sono dei particolari pericoli, soprattutto nelle ore serali e notturne, e chi saranno i vostri vicini: si tratta di famiglie o di anziani? È una via tipicamente studentesca?

Informatevi anche sulla presenza di attività (officine, locali notturni, ecc.) rumorose, che potrebbero turbare la vostra quiete, sulla facilità di parcheggio (se la casa non comprende un’area apposita per le auto) e di spostamento con i mezzi pubblici, sugli esercizi commerciali che si trovano nei dintorni e così via (con particolare riguardo su questo argomento, abbiamo già avuto modo di parlare sui pro e contro di vivere nel centro storico di Grosseto).

Verifica della documentazione necessaria

Una volta sicuri della vostra scelta, è tempo di informarsi sulle condizioni legali e burocratiche della casa. Se non siete esperti del settore, è meglio demandare tale compito ad un’agenzia immobiliare che saprà reperire la documentazione inerente all’immobile e valutare se tutto è corretto (non sapete quale è la documentazione necessaria per l’acquisto di casa? Potete rimediare leggendo la nostra guida).

Informatevi, in particolare, sulla certificazione energetica dell’edificio (ovvero sull’efficienza degli impianti in termini di consumi e sicurezza) e sulla possibilità di effettuare modifiche, anche negli anni a venire: alcuni appartamenti, infatti, sono soggetti a particolari restrizioni, come nel caso degli immobili storici.

I documenti che vi serviranno, dunque, sono:

  • Certificato di abitabilità;
  • APE (Attestato di Prestazione Energetica);
  • Relazione di conformità urbanistico-catastale, un documento che riassume la ‘storia’ dell’immobile e ne attesta la regolarità;
  • Visura ipotecaria per controllare la presenza di eventuali ipoteche o gravami sull’immobile.

Il valore di un immobile

Infine, quando arriva il momento di comprare casa, è necessario valutare se il prezzo dell’appartamento corrisponda al valore di mercato. Anche in questo caso, poter contare sul parere di un esperto è di grande aiuto: un valido agente immobiliare, infatti, sarà in grado di considerare tutti gli aspetti che concorrono a determinare il costo di un immobile e di fornirvi un responso adeguato.

Generalmente, occorre valutare:

  • la metratura;
  • le condizioni dell’edificio;
  • la posizione;
  • l’esposizione;
  • la presenza o meno di ascensore;
  • la presenza di un garage;
  • la certificazione energetica;
  • il costo medio delle case nella zona.

Documentazione necessaria per comprare casa

Riepiloghiamo: avete fatto i controlli necessari e le valutazioni sul rapporto qualità/prezzo?

Siete giunti ad un’idea del prezzo da proporre? Se l’appartamento ha superato il vostro esame, potete – finalmente! – iniziare la trattativa e passare alla fase della proposta irrevocabile di acquisto contenente:

 

  1. dati anagrafici delle parti;
  2. prezzo della casa, termini e modalità di pagamento;
  3. caratteristiche dell’immobile.

Questa nasce come vostro atto unilaterale e, se accettato, diviene contratto preliminare. Attenzione: si tratta di un vero e proprio contratto vincolante tra le parti: i termini potranno essere cambiati solo con l’accordo di entrambe le parti. Il contratto preliminare dovrà essere registrato entro 20 giorni dalla sua conclusione.

A questo punto, non vi resta che attendere il rogito, ovvero la stipula dell’effettivo contratto di acquisto, con registrazione da parte di un notaio (vi ricordiamo, quindi, anche tutta la tematica delle spese notarili, aspetto che spesso non si conosce nella sua interezza).

img

@casaimmo

    Post correlati

    Principina a Mare: case in vendita, valutazioni immobiliari e guida al territorio

    Andare in spiaggia, prendere il sole e rilassarsi col suono delle onde che si infrangono,...

    Continua a leggere
    di @casaimmo

    Alla scoperta del Virtual Tour Immobiliare 360 gradi

    Organizzare la visita Virtuale ad un immobile durante l’emergenza Coronavirus Dallo scorso 4...

    Continua a leggere
    di @casaimmo

    Sospensione delle rate del mutuo sulla prima casa: come si ottiene

    L’emergenza sanitaria nella quale si trova attualmente il nostro Paese ha reso impossibile per...

    Continua a leggere
    di @casaimmo